Berlino con bambini, primo giorno: Potsdamer Platz, Sony Center, Legoland e Panoramapunkt

Dopo aver letto e studiato per mesi tutte le guide turistiche, incrociandole con tutti i family travel blog della rete, mi ero fatta un’idea di quello che mi sarebbe piaciuto vedere a Berlino, combinando il tutto con quello che sarebbe piaciuto anche ai bambini. Poi da quando non viaggio più da sola – o in coppia – ho scoperto che per non rimanerci male o non sentirmi una turista frustrata i programmi non vanno fatti. Mai. Nemmeno quelli blandi che pensi ci riuscirebbe anche mia nonna. Perchè l’imprevisto, la febbre, il “rimaniamo nel giardino pubblico giusto un po’ per farli sfogare” che si trasforma “son già tre ore, cazzo” sono sempre in agguato. Quindi io ho – quasi – imparato a programmare il giusto, a vivere il viaggio molto alla giornata, nei momenti-no pensare alle peggiori catastrofi che potevano succedere e invece non sono successe.
Ecco, con questo spirito abbiamo affrontato il nostro primo giorno a Berlino. Ovvero siamo andati alla scoperta della zona di Potsdamer Platz.berlino 005Dove ora ci sono grattacieli, edifici moderni, centri commerciali, ristoranti, bar, cinema multisala, ascensori super veloci, durante la Guerra Fredda, qui passava il Muro che divideva in due la città. Era uno spiazzo deserto che strideva con quello che era stato prima della Guerra, ovvero il centro per eccellenza degli affari e dei divertimenti della capitale tedesca.
I resti del Muro sono ancora visibili in vari punti e se si riescono a notare, spesso, è perchè sono stati colorati o qualcuno ci ha fatto sopra disegni vivaci. Altrimenti, se uno è un po’ di corsa, potrebbe anche non notarli.berlino 015Noi appena scesi dalla metropolitana (arrivano qui sia la U-Bahn che la S-Bahn) ci siamo diretti subito all’interno del Sony Center, una sorta di grande piazza coperta con un tetto, in vetro e acciaio, a forma di tendone.berlino 053berlino 051La struttura è molto scenografica e particolare e il solo fatto di starci dentro, casomai al tavolino di uno dei numerosi Caffè, è già di per sè un’esperienza unica. Dopo esserci persi semplicemente a guardare le persone che passavano siamo entrati a Legoland Discovery Centre. Qui è stata la gioia dei bambini! E la nostra. E’ una sorta di parco-giochi al chiuso con diverse attrazioni per i bambini: dalle giostre, al cinema 4d, dalle aree con il Duplo pensate per i più piccoli a quelle dove si costruiscono macchinine da testare su pista. A me è piaciuta molto la ricostruzione di Berlino fatta tutta con i mattoncini, compresa la Caduta del Muro.berlino 017.JPGberlino 041berlino 035E’, secondo me, adatto già dai tre anni ed è aperto tutto l’anno. Noi ci abbiamo trascorso all’incirca tre ore con tutta calma.
Si può risparmiare sul biglietto d’ingresso acquistandolo online oppure facendo un pacchetto con altri Parchi per bambini come ad esempio l’Acquario. Per le tariffe aggiornate e le promozioni in corso qui il sito.
Usciti da Legoland siamo, non so come, rifiniti a pranzo dentro l’enorme centro commerciale con quasi 300 negozi: il LP12 Mall of Berlin. Ebbene sì, nessuno è perfetto!
A pancia piena abbiamo visto i resti del Muro, corso a perdifiato sul prato, fatte gare di velocità e fotografato tutto ciò che ci colpiva.berlino 006.JPGEsaurite le batterie – quelle dei bambini, non quelle della macchina fotografica, ci mancherebbe – abbiamo deciso di prendere l’ascensore più veloce d’Europa: il PanoramaPunkt che in 20 secondi netti porta a 100 metri d’altezza in cima alla Kolkoff-Tower. La vista su Berlino è meravigliosa, specialmente al tramonto. Sulla piattaforma in cui si arriva, oltre al panorama, c’è una piccola mostra dove si racconta tutta la storia di Potsdamer Platz. Consiglio di entrare nel bar, prendere una bibita e una fetta di quelle meravigliose torte e godersi il tramonto seduti al tavolino.
Il Panoramapunkt costa: 7,5 euro gli adulti, 6 euro il biglietto ridotto e i bambini sotto i sei anni non pagano. Ci sono anche biglietti per famiglie o, pagando un supplemento, per saltare la fila. Noi non abbiamo trovato fila, forse perchè pioveva!berlino 058A Potsdamer Platz si trova anche il Museo della Storia del Cinema Tedesco. Non l’abbiamo visitato ma per gli amanti del genere deve essere interessante!
Qui come organizzare un viaggio a Berlino con bambini:
Una settimana a Berlino con bambini: cosa fare e info pratiche.
Berlino con bambini, secondo giorno: Alexanderplatz, Torre della TV, Aquadom e DDR Museum
Berlino con bambini, terzo giorno: Giro della città col Bus 100, Zoo e Chiesa della Commemorazione
Berlino con bambini, quarto giorno: Checkpoint Charlie, Porta di Brandeburgo, Holocaust Mahnmal e Pergamonmuseum.
Berlino con bambini, quinto giorno: East Side Gallery, Volkspark Friedrichshain e visita al tramonto del Reichstag.

Autore dell'articolo: Elisa

12 commenti su “Berlino con bambini, primo giorno: Potsdamer Platz, Sony Center, Legoland e Panoramapunkt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *