Viaggio nella Sicilia Sud Orientale

Un viaggio scenografico e cromatico da fare tutto con gli occhi spalancati perchè a riempire l’orizzonte ci sono i monumenti Barocchi, paesi che sembrano presepi, palazzi decorati, cascate di case che tappezzano i pendii assolati, piazze grandiose che all’ora del tramonto si dipingono d’oro.

IMG_8788
Piazza del Duomo – Ortigia – Siracusa

Un viaggio goloso tra il cioccolato di Modica, il gelato di Noto, il miele Ibleo, il Nero D’Avola, ora biscotti alle mandorle e ora al pistacchio; passare alla confettura di cipolle dopo il formaggio ragusano Dop. Su questo tema potrei continuare per ore ed ore. Forse giorni. Sfidatemi!
L’odore dei limoni che ti penetra nelle narici all’improvviso perchè si è alzato un po’ di vento, i mercati colorati e caciaroni che ti fanno riaffiorare ricordi di bambina. Tripudio di Odori e Colori.IMG_8816

IMG_8803
Mercato di Ortigia – Siracusa

Un viaggio che trasporta nel cuore del Barocco Siciliano offrendo continui spunti di meraviglia e facendo dichiarare la Val di Noto, dall’Unesco, Patrimonio dell’Umanità. L’opulenza, la ricostruzione dopo la devastazione che lasciò, in questa terra, il terremoto del 1693.

Un viaggio che ti porta, attraversando campagne tempestate di agrumeti, uliveti, fichi d’india e profumate di gelsomino, dritto davanti al mare. Quel mare che un tempo è stato solcato dalle navi greche, romane, bizantine e arabe, che insieme alla sua terra trasuda ancora di storia, magnificenza e leggende antiche.

IMG_8821
Ortigia

Un viaggio che porta nella terra e nella vita del Commissario Montalbano, a scrutare il suo stesso orizzonte dalla sua casa affacciata sul mare nel piccolo, sperduto, meraviglioso paesino di Punta Secca. O dei Vicerè,  dove alcune scene del film sono state ambientate nel Castello di Donnafugata.

IMG_8976
Spiaggia di Punta Secca
IMG_8992
Castello di Donnafugata – Ragusa

QUANDO ANDARE
Beh, sempre! E noi abbiamo voluto testare questo sempre partendo nel mese più di bassa stagione: febbraio! Non ci siamo crogiolati al sole delle spiagge siciliane e nemmeno tuffati in acqua ma abbiamo visitato tutto quello che volevamo – anche spiagge – spesso nel completo silenzio e nella piu’ totale solitudine. Oh, a noi piace così! Nelle città, con pochi e rari turisti, abbiamo potuto dormire in posti meravigliosi dove in altri mesi dell’anno non avremmo sicuramente trovato posto o non ce lo saremo potuto permettere.
COME ARRIVARE E COME MUOVERSI
Noi siamo partiti da Pisa, con volo Ryanair economicissimo, e siamo atterrati a Comiso. Piccolo paese nell’entroterra siciliano ma tatticissimo per chi vuole visitare la Sicilia Sudorientale, dato che è a soli 20 minuti di macchina da Ragusa, mezz’ora da Modica, un’ora e venti minuti da Noto e un’ora e mezza da Siracusa.
Come alternativa, per visitare questa parte della Sicilia, c’è l’aeroporto di Catania.
Abbiamo noleggiato l’auto tramite la compagnia di noleggio Hertz che non si trova fisicamente in aeroporto ma a pochi chilometri da esso. Vengono a prendere i clienti direttamente con la navetta, compresa nel prezzo totale.
Ora, già in passato avevamo utilizzato Hertz ma in questo caso non ci siamo trovati proprio benissimo. Sono stati scortesi, la macchina che avevamo scelto non era quella ed era inferiore alla classe prescelta senza nessuna differenza di prezzo.
Comunque in aeroporto ci sono altre due compagnie di noleggio auto:
Sicily by car
Casper Rental
Vi ricordo che per noleggiare l’auto bisogna avere obbligatoriamente la carta di credito.
QUANTO STARE E ITINERARIO
Naturalmente più tempo si ha a disposizione e meglio è, questo è ovvio. La Sicilia offre veramente tanto e per scoprirla non basterebbero mesi e mesi. Noi ci siamo concentrati nella zona sud – est (Sudorientale) avendo a disposizione solo sei giorni e comunque tralasciando innumerevoli posti. Diciamo che sei giorni servono a darti un’infarinatura di quello che questa zona offre.
Noi avevamo prenotato da casa solo la prima notte, a Ragusa Ibla. Dopodichè abbiamo deciso via, via quando e come spostarci. In un primo momento si pensava di spostarci e muoverci molto di più ma arrivati a Siracusa ci siamo stanziati: un po’ per la sua particolare bellezza, un po’ perchè Giulio, il piccolo di casa, faceva fatica ad abituarsi a cambiare casa ogni notte.
Questo il nostro lento itinerario:
1 Giorno: Comiso – Ragusa
2 Giorno: Ragusa – Modica – Noto
3 Giorno: Noto – Siracusa
4 e 5 Giorno: Siracusa
6 Giorno: Donnalucata –  Punta Secca – Donnafugata – Comiso
Via, via scriverò dettagliatamente l’itinerario giorno, giorno.
DOVE DORMIRE
Una Notte a Ragusa Ibla: www.risveglioibleo.com
Un B&B a conduzione familiare meraviglioso. Abbiamo dormito nella suite e sembrava di essere a casa di vecchi amici. Il bello di viaggiare in bassa stagione. Colazione direttamente nella sala da pranzo di chi ci ospitava. Una meraviglia! Qui ne ho parlato e potete vedere alcune foto.
Una Notte a Noto: https://www.booking.com/hotel/it/la-nicchia.it.html
Appartamento grande e colorato nel centro storico di Noto. Con parcheggio, cosa da non sottovalutare. Super consigliato anche questo.
Tre Notti a Siracusa, sull’Isola di Ortigia: http://palazzodelsale.com/it/
B&B nel cuore dell’Isola di Ortigia, a due passi dal mare e dalla Fonte Aretusa. Camera spaziosa ed elegante. Colazione compresa e deliziosa.
Qui sotto le nostre tappe:
Ragusa Ibla: barocco, pietra grigia, labirintici vicoli e giardini antichi. E cibo. Tanto cibo.
Modica: tra cioccolata, salite panoramiche e Chiese Barocche.
Noto: il trionfo del Barocco e… delle granite!

Autore dell'articolo: Elisa

20 commenti su “Viaggio nella Sicilia Sud Orientale

    pikaciccio

    (febbraio 13, 2018 - 1:04 pm)

    amiamo questa parte della Sicilia … se ci ritornate anadate a fare un giro a Portopalo … bell’articolo complimenti

      Elisa

      (febbraio 13, 2018 - 7:21 pm)

      Ok! Me lo segno! Grazie! Dubito di tornare nel breve periodo ma metto nella luuuuunga lista!

    […] stata la prima tappa del nostro viaggio nella Sicilia Sud-Orientale. Nel cuore della Val di Noto, tra Chiese barocche, palazzi di pietra grigia e labirintici […]

    Claudio Tricoli

    (febbraio 21, 2018 - 3:16 pm)

    Ben fatto! Tanti ricordi anche noi…

    Claudio Tricoli

    (febbraio 21, 2018 - 3:17 pm)

    Ben fatto! Conserviamo anche noi tanti splendidi ricordi di quei posti…

      Elisa

      (febbraio 21, 2018 - 9:13 pm)

      Il Trik!!! Che onore!! Ne sono certa… bacione!

    […] Ragusa e meno di quaranta minuti d’auto da Noto. Quindi tatticissimo per chi si trova nella zona Sud Orientale della Sicilia. Quella zona che dopo il terremoto del 1693 è rinata dalle macerie con l’opulenza dello […]

    […] il nostro viaggio itinerante per la Sicilia Sud Orientale. Siamo sempre nel Val di Noto: dopo Ragusa e Modica abbiamo fatto tappa a Noto. Il trionfo del […]

    robisceri

    (marzo 16, 2018 - 9:18 am)

    Che articolo sognante e che foto! Sembrano quadri… Per metà sono sicula del sud-est, per cui posso capire benissimo le tue sensazioni. Gli odori e i sapori, qui, non hanno eguali

      Elisa

      (marzo 16, 2018 - 1:59 pm)

      Grazie! E’ vero! Che poi gli odori e i sapori son quelle cose che ti rimangono di più di un viaggio

    claireinsicily

    (marzo 16, 2018 - 6:11 pm)

    avete fatto un bellissimo giro. Da siciliana mi piace sempre leggere post da non-siciliani per capire la percezione che avete della Sicilia.

      Elisa

      (marzo 16, 2018 - 10:18 pm)

      Hai ragione! Capita anche a me con la Toscana e soprattutto con Firenze. Vivi in una regione meravigliosa!

    Margherita

    (marzo 17, 2018 - 4:12 pm)

    Bellissime foto! La Sicilia ancora mi manca, ma devo rimediare al più presto! 🙂

      Elisa

      (marzo 18, 2018 - 10:46 am)

      Grazie!! Te la consiglio di cuore… anche io devo rimediare a 2000000 posti! ; )

    Giulia

    (marzo 23, 2018 - 3:45 pm)

    La Sicilia mi ispira tantissimo, purtroppo non ci sono mai stata 🙁 questa zona mi attira particolarmente! La spiaggia di Punta Secca deve essere davvero stupenda fuori stagione!

      Elisa

      (marzo 23, 2018 - 11:48 pm)

      Sììì non c’era nessuno!! Un paradiso!

    T-creation

    (marzo 24, 2018 - 6:23 pm)

    Wow che nostalgia! 🙂
    La Sicilia è come una seconda casa, la mia famiglia è proprio dalla parte di Porto palo, grazie per aver pubblicato questo articolo, mi ha fatto molto piacere.
    Complimenti anche per le foto, nel caso ci torni ti consiglio di andare anche nelle spiagge di menfi, l’anno scorso classificate come spiagge con l’acqua più pulita, ed infatti era bellissima sembrava una piscina!
    Inoltre se ci vai e vuoi gustarti dell’ottimo pesce sul mare ti consiglio il ristorante Salisà, sopratutto i primi, sono buonissimi.
    Complimenti per l’articolo 🙂

      Elisa

      (marzo 24, 2018 - 9:44 pm)

      Grazie!! Detto da te è un doppio complimento! Le spiagge di menfi non le conoscevo.. vado a googlare che mi hai messo curiosità!

    Silvia Rossi

    (aprile 14, 2018 - 10:47 pm)

    non conosco questa parte della Sicilia… che meraviglia!!devo proprio rimediare!! grazie

    […] nostro itinerario nella Sicillia Sud Orientale continua. Dopo Ragusa, Modica e Noto siamo approdati a Siracusa, anzi, nell’Isola di Ortigia, […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *