Cartoline dalla Val D'Orcia

Un mare a perdita d’occhio di verdi e soffici colline dove si alternano ora vitigni, ora uliveti e infine campi coltivati. Qua e là colorano il paesaggio orgogliosi borghi medievali con le loro fiere torri, rocche e castelli, isolate abbazie avvolte nel silenzio, cipressi solitari che svettano nel cielo o a disegnare strade strette e polverose che portano a una fattoria o a un casolare di vecchie pietre. Cani che ti corrono incontro scodinzolando e l’aria che profuma di buono.IMG_0035Siamo in Val D’Orcia, tra Siena e Grosseto, in terra Toscana ma al confine con l’Umbria e quasi all’ombra del Monte Amiata.
Quella Valle tanto amata dai pittori del Rinascimento che con i loro pennelli cercavano di catturare la meraviglia di questo luogo e imprimerla per sempre su tela.
Quella Valle attraversata da viandanti e pellegrini che percorrevano la Via Francigena o la Via Cassia.
Quella Valle che ancora oggi strega ogni anno milioni di turisti che cercano relax, il viver bene o il viver lento, calici di buon vino, ottima cucina e foto ingrandite da incorniciare.IMG_1682IMG_1721IMG_1681
PienzaIMG_1685La città natale di Pio II che l’ha voluta la Città Ideale secondo i canoni del Rinascimento: spazi e prospettive studiate in modo tale da colpire il visitatore con un gioco d’insieme veramente notevole.IMG_1723E una volta che ci si trova a pestare le sue antiche pietre non rimane altro che perdersi nelle vie, entrare nei negozi che già da fuori ti inebriano con i loro odori forti di pecorino e tartufo, bere vino seduti sullo scalino di un portone, mangiare schiacciata e finocchiona mentre il sole ti scalda il viso, fotografare finestre e balconi colorati dai fiori, trovare tesori sotto a un’insegna Antichità e Rarità, osservare un anziano che legge il giornale su una panchina di pietra aspettando il crepuscolo mentre si accendono vecchi lampioni.



IMG_1672Visitare gioielli rinascimentali come la Cattedrale e il Palazzo Piccolomini che si affacciano su Piazza Pio II.IMG_1726Dove Dormire: Al Relais Chiosco di Pienza.  E’ stato ricavato da un monastero medievale. Bellissimo. A noi avevano regalato una smartbox e devo dire che non potevamo fare scelta migliore.
IMG_1730
Relais Chiosco di Pienza

Montepulciano
E’ un paese arroccato che metterà a dura prova le vostre gambe ma, e ripeto ma, quando arriverete alla cima sarete ricompensati da panorami spennellati di verde che leveranno ogni fatica. Lungo la sua strada principale potrete rifocillarvi nelle tante cantinette e assaggiare il Vino Nobile di Montepulciano o riprendere fiato sulla scalinata davanti alla Chiesa a osservare semplicemente la gente che passa.IMG_1692-2


Dove Dormire: All’ Agriturismo La Pievina. (Ho messo il link di Tripadvisor perchè quello diretto dell’agriturismo, al momento, non funziona). Si trova a qualche chilometro dal paese ma è consigliatissimo per il panorama, il giardino privato, la gentilezza della padrona, la colazione preparata con le torte fatte in casa, i dettagli dell’appartamento.. continuo?IMG_0569IMG_0556IMG_0543Dove Mangiare: Al Ristorante Il Covo. Noi abbiamo mangiato su una terrazza panoramicissima vista colline e paese. Cibo buonissimo… ma noi siamo delle buone forchette, s’era capito no?
IMG_0581
Pranzo con vista

Montalcino
Il paese del rinomato Brunello.IMG_1744Che dire se non bere questo vino a un tavolino? Al bicchiere casomai. O avete mai provato Il Rosso di Montalcino? Siete mai stati al mercatino sotto il loggiato nella via principale?IMG_1736
Bagno Vignoni
IMG_0630Questo minuscolo centro termale di origine romanica è fotogenico, rilassante, delizioso e tra i miei posti del cuore di tutta la Toscana.
Al posto della solita piazza di paese qui si trova una sorta di piscina, grande vasca fatta costruire dai Medici con acqua di origini vulcaniche.
E’ la Piazza delle Sorgenti. Delimitata da case in pietra di una tonalità così calda che al solo sguardo mi arriva sempre una piacevole sensazione di tepore e tranquillità.
IMG_0628IMG_0611IMG_0620La sorta di piscina nella piazza non è balneabile ma, se vi prende voglia, in alcune strutture lì vicino –  come l’Hotel Posta Marcucci o l’Albergo Le Terme – è possibile tuffarsi nelle acque termali. A pagamento naturalmente.
Vale il viaggio: una piccola libreria indipendente a fianco della Piazza. La Librorcia. Vi sfido a uscire di lì senza un libro sulla Toscana o la Val D’Orcia. O su qualsiasi altra cosa. Per chi ama le librerie da non perdere.
San Quirico D’Orcia
IMG_0638Abbiamo salutato la Val D’Orcia visitando San Quirico, le sue strade, la sua chiesa e soprattutto i suoi Horti Leonini: un grande giardino pubblico che ha mantenuto la sua struttura originaria costituendo un meraviglioso esempio di Giardino all’Italiana.IMG_0646IMG_0640
 

Autore dell'articolo: Elisa

6 commenti su “Cartoline dalla Val D'Orcia

    Margherita

    (Marzo 23, 2018 - 6:18 pm)

    Dei paesaggi così… solo in Val d’Orcia <3

    Cristiana Franzini

    (Marzo 31, 2018 - 7:53 am)

    La sogno da una vita….ma a parte Montalcino non sono ancora riuscita a visitarla. Ammetto che mi frenano un po’ anche i prezzi degli alloggi…

    Giulia

    (Aprile 15, 2018 - 7:58 pm)

    Devo far vedere questo post ai miei suoceri, vorrebbero tanto venire in Val d’Orcia a ottobre 🙂 borghi meravigliosi e poi quella strada con i cipressi è favolosa!

      Elisa

      (Aprile 16, 2018 - 7:55 am)

      A ottobre poi i colori sono meravigliosi!

    Chiara

    (Maggio 12, 2018 - 11:24 am)

    Bellissimi i panorami della Val d’Orcia…a me è piaciuta particolarmente perché ho fatto un gran bel tour su un’auto d’epoca! 🙂

      Elisa

      (Maggio 12, 2018 - 2:51 pm)

      Epperòò!!! Ci credo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *