Casa Bolsinina, nel cuore delle Crete Senesi.

IMG_9890Sentirsi a casa. Coccolati. Viziati. Fare un tuffo in piscina. In una piscina circondata dal verde delle Crete Senesi. Correre liberi. Cenare con prelibatezze. Finire la serata davanti ad un amaro facendo progetti. Confrontarsi con persone lontane ma simili a noi. Affacciarsi alla finestra e sentirsi chiedere “Tutto a posto?”.
Sì. Tutto a posto. Come potrebbe essere diversamente?
Siamo a Casa Bolsinina.
Un casale toscano, di quelli mollo tutto e vorrei vivere qui e così, di quelli ma perchè non ho il coraggio di farlo?IMG_20160804_195858IMG_20160804_195912Vivere lentamente, vivere verde, avere forse l’illusione che questa è la vita che idealmente si vorrebbe avere. Chiamare i bambini dalla finestra per dirgli che la cena è pronta, rintanarsi nelle sere invernali davanti al caminetto a raccontarci storie, d’estate fare i selvaggi sotto il sole e dentro al verde.
Rewind.
Bene. Siamo qui per due notti. Accontentiamoci. Godiamoci intanto questo e andiamo alla scoperta di questa zona meravigliosa. Piccoli borghi medievali che puntellano le colline toscane, antiche abbazie benedettine, ristoranti memorabili e viste che riempiono il cuore.. e la macchina fotografica di scatti!
Che volere di più? Nel casale siamo anche gli unici toscani, anzi, italiani.. circondati da olandesi e belgi. Sembra per un momento di stare all’estero, invece siamo a due ore di macchina da casa.
 
 


Nella zona c’è l’imbarazzo su quale bivio prendere. Qualunque sia quello che si sceglie porterà in un posto che merita. Di quelli da cartolina. Noi avendo già battutto in lungo e largo la Val D’Orcia ci siamo concentrati di più sui vicini dintorni di Casa Bolsinina, che si trova vicino a Monteroni D’Arbia.
Qui il sito di Casa Bolsinina. Ma occhio! Vi avverto che i suoi due padroni, Marcello e Maria Pia, creano forte dipendenza. Andare via da lì sarà uno sforzo fisico ed emotivo notevole.
Il primo giorno dopo una colazione che levate abbiamo raggiunto, attraverso una strada panoramicissima, l‘Abbazia di Monte Oliveto Maggiore. IMG_9905Risale al 1220 – 1300 ed è veramente imponente. Inoltre è visitabile anche all’interno, cosa spesso rara e difficile quando si parla di monasteri.
 
 

Il Chiostro è la zona centrale ed è splendidamente affrescato con scene della vita di San Benedetto. Da qui si raggiungono tutti gli altri locali, eccetto la clausura naturalmente. Ma anche voi, come me, sperate tutte le volte di andare a sbirciare dentro sta clausura e vedere com’è e cosa fanno? Vabbè..Mi sono consolata con archi fotogenici, una splendida biblioteca e un enorme refettorio dove i monaci benedettini mangiano.IMG_9922IMG_9918IMG_9913All’esterno del corpo principale si trova anche una cantina con enormi botti dove si può comprare vino e olio, una farmacia e una piccola libreria.IMG_9928Dopo la visita dell’Abbazia, che comunque non vi prenderà più di due ore, abbiamo raggiunto il piccolo e delizioso paese di Chiusure, a soli pochi minuti di macchina dal Monastero. IMG_9937
 
 

IMG_9950IMG_9957Una chicca. Il classico borgo toscano, con le case di pietra e mattoni rossi. Dove nella piazza si trova sempre qualche anziano che passa o siede sull’uscio di casa. Un gatto sonnacchioso che ti dà il benvenuto. E una locanda dove mangiare degna di nota.IMG_9954Paradiso l’hanno chiamata. E non potevano trovarle un nome migliore. Ve la consiglio assolutamente.
Con la pancia e il cuore pieni abbiamo deciso di andare alla scoperta dei vicoli di Buonconvento. Che non conoscevo ma che è stata una piacevole sorpresa.IMG_9962IMG_9963IMG_9965IMG_9968IMG_9986IMG_9973IMG_9988Da qui c’è l’imbarazzo della scelta tra Asciano, Monteroni d’Arbia o spostarsi verso la Val D’Orcia.
IMG_0005
Asciano

IMG_0006
Asciano

Dopo aver fatto incetta di prodotti toscani: olio, vino, salse, sughi, salami e un costume da bagno – perchè non si può mai sapere –  arriva la parte più bella. Prendere la macchina e arrivare a Siena attraversando le Crete.IMG_0035IMG_0038IMG_0020Fermarsi. E ancora fermarsi. Scattare. Torna indietro. Hai visto là? Guarda lì!IMG_9997Fino a Siena è tutto un esclamare, sentirsi dentro a un quadro dove la natura prende il sopravvento e a te non rimane che subire e rimanere affascinato allo stesso tempo.
Siena. E’ ora di parlare del Palio ai bambini, fantasticare di vederlo tutti insieme da un terrazzino affacciato direttamente su Piazza del Campo.IMG_0064IMG_0062.JPGAndare a cercare panforte e ricciarelli anche se è agosto  inoltrato. Perdersi nelle ripide, ripidissime, stradine.
 
 

Entrare nei negozi di souvenirs e di artigianato locale.IMG_0073Non avere assolutamente voglia di tornare a casa.
 
 

Autore dell'articolo: Elisa

2 commenti su “Casa Bolsinina, nel cuore delle Crete Senesi.

    rosy

    (Marzo 24, 2018 - 9:10 am)

    Che meraviglia questo giro! Il casale poi è adorabile, un’ottima idea per staccare la spina. Le tue foto mi hanno messo voglia di partire subito per la Toscana.

      Elisa

      (Marzo 24, 2018 - 12:10 pm)

      Il Casale è meraviglioso! Ho un ricordo stupendo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *