Valle Aurina e Val di Tures: le Cascate di Riva.

Si trova nella zona più a Nord d’Italia, al confine con l’Austria. La Valle Aurina, oltre a far parte della Val di Tures, fa parte anche della Val Pusteria. E’ proprio qui che, diversi anni fa, da profana della montagna estiva, ho sentito un coup de coeur che mi ha portato ad amarla profondamente. Mi ha portato a dover aspettare impaziente, tutti gli inverni, per poter finalmente rivedere quelle alte montagne e quelle vallate verdi e strette.

Come Heidi insomma. Ci devono aver separate alla nascita.

In nessun’ altra valle ho respirato un’aria così antica e incontaminata. La Valle Aurina non è troppo conosciuta rispetto ad altre zone, diciamo più turistiche, come la Val Badia o la Val di Fassa e proprio non riesco a capire il perchè. O forse meglio così.

Se vi trovate qui per una vacanza e avete al seguito esseri più o meno parlanti e più o meno alti un metro, beh, siete molto fortunati. Le cose da fare, vedere e scoprire sono tantissime e quasi tutte a misura di famiglia. Come le Cascate di Riva.

CASCATE DI RIVAimg_3321Si trovano a Campo Tures, all’ingresso del Parco Naturale Vedrette di Ries-Aurina.

Ora, per arrivarci ci sono diverse opzioni:

  • Partire dal paese di Campo Tures, seguire il corso del torrente Aurino e successivamente il sentiero n. 1 “Wasserfall” che vi porterà davanti alla prima cascata. Poi da qui, seguendo le indicazioni dentro al bosco, si arriva alle altre due cascate e infine al rifugio Toblhof. Da qui il sentiero n. 2 vi riporterà a Campo Tures. In tutto sono sette chilometri per due – tre ore di cammino.
  • Oppure, come abbiamo fatto noi, si lascia la macchina direttamente nel parcheggio del rifugio Toblhof  (località Acereto) a pochi chilometri da Campo Tures. Da qui, con un facile e bel sentiero in discesa, in 15 minuti si arriva alla cascata più a monte. Che in realtà è la più bella dato che è anche la più alta. Da qui si può continuare a scendere nel bosco fino alla prima cascata oppure prendere il Sentiero Cantico delle Creature che porta ad una chiesetta.

img_4497img_3324Le cascate sono bellissime, soprattutto quella più a monte che, con il suo salto di 40 metri, crea una gigantesca nube di goccioline minuscole. Miniscole sì, ma che riusciranno benissimo a bagnarvi completamente. Le risate sono assicurate! E a seconda della luce e dell’acqua si creeranno piccoli arcobaleni. La meraviglia sarà assicurata!

Da qui, non siamo scesi alle altre due cascate ma abbiamo seguito per un tratto il sentiero Cantico delle Creature che ci ha portato in un posto magico, incantato, da cartolina, meraviglioso. Ovunque si posi lo sguardo si rimane senza parole. Vero?img_4505img_4503Attraversato il ponte, che vedete nella foto qui sopra, si continua il sentiero e si inizia a salire nel bosco. Qui l’itinerario è segnalato da un “T” – il “tau”, l’ultima lettera dell’alfabeto ebraico. Lungo il percorso si incontrano dieci stazioni di meditazione con frasi tratte proprio dal Cantico delle Creature di San Francesco e sculture scolpite da artisti locali.img_4513img_4510Alla fine si arriva alla piccola ma caratteristica chiesetta di Chiara e Francesco. Prima apparteneva ai ruderi del Castel Kofel, ma poi è stata restaurata.img_4511L’escursione alle Cascate e il Sentiero del Cantico non sono adatti ai passeggini ma comunque con bambini anche piccoli sono fattibili. Certo un po’ “camminatori dentro” devono sentirci, ma alla fine in un contesto così meraviglioso, non sarà nemmeno poi difficile diventarlo all’improvviso.

Domani, GIURO, arriva il post sulle altre cose assolutamente da vedere in questa meravigliosa Valle. Eccoli quiiiiiiii!!!!! Un applauso a me!

Valle Aurina: Campo Tures, Castel Taufers, Lutago e Rio Bianco.

Valle Aurina: sul Klausberg divertimento assicurato!

Intanto qui sotto trovate le nostre passeggiate, itinerari, escursioni in Alto Adige con i bambini:

Val Gardena – Vallunga per famiglie

Val D’Anna con bambini

Alpe di Siusi: laghetti di Fiè e Malga Tuff

Monte Pana in Val Gardena -Bimbi felici, genitori ancor di più.

Naturonda – Città dei Sassi al Passo Sella

Val Pusteria: Maso delle Erbe a Montevila

E i nostri meravigliosi masi, dove abbiamo alloggiato in Alto Adige.

 

 

 

 

Autore dell'articolo: Elisa

4 commenti su “Valle Aurina e Val di Tures: le Cascate di Riva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *