Rodi con bambini: fuori stagione…oltre al mare c’è di più!

dscn7490Camminate lentamente e senza meta per la Città Vecchia di Rodi. Sarete in pratica solo voi, e pochi altri, ad attraversare i suoi vicoli tortuosi e le sue caratteristiche stradine, protette da una possente cinta muraria.dscn7453dscn7501dscn7502dscn7454Attraversate per lungo l’affascinante e nobile Via dei Cavalieri. Gli antichi e alti edifici, un tempo, ospitavano i Cavalieri dell’Ordine di San Giovanni, divisi in sette lingue a seconda del loro paese di origine. I loro palazzi si affacciano maestosi su questa Via acciottolata e silenziosa. In cima alla strada, o in fondo, dipende da dove arrivate, vi imbatterete nel possente Palazzo del Gran Maestro, visitabile al suo interno.img_0509

img_0498Dopo esservi riempiti gli occhi di tanta bellezza, e fatte vostre le storie millenarie qui consumate, dirigetevi verso la Città Nuova, che si trova al di fuori delle mura.dscn7491dscn7489Qui tra una visita al piccolo acquario, una camminata al tramonto tra i vecchi mulini al vento e la meraviglia nell’imbattersi nel punto esatto dove un tempo si ergeva una delle sette meraviglie del Mondo Antico, il Colosso di Rodi, ovvero la Statua del Dio Helios. Tutte le navi che entravano nel porto di Rodi passavano attraverso questa imponente statua, alta 32 metri, che aveva anche la funzione di faro. Niente è rimasto, se non le due colonne dove appoggiavano i piedi della statua. Immaginarsi la grandezza di questa opera non è difficile.dscn7507dscn7539dscn7537Prendendo la macchina – o il comodo autobus n.5 – e salendo sul vicinissimo Monte Smith, arriverete all’Acropoli da dove si gode un magnifico panorama. Qui i bambini si divertiranno come matti a correre nell’enorme Teatro, dove un tempo si trovava la famosa scuola di retorica di Rodi, per poi saltellare sui gradoni dello Stadio, che ospitava le gare preparatorie dei Giochi Olimpici.dscn7517dscn7531dscn7521LE TERME DI KALITHEAimg_0082A soli 9 km da Rodi città si trova questo vecchio, ma restaurato, stabilimento termale affacciato sul mare, che regala meravigliose vedute sul mare. Tra colonnati, soffitti a volta, giochi di luce, giardini mediterranei, farete delle foto che vi daranno grandi soddisfazioni.img_0083img_0518Questo Centro Termale fu fatto costruire proprio dagli italiani durante l’Occupazione Fascista.img_0085Il Centro Termale non c’è più ma al suo interno troverete opere d’arte locali e mostre dedicate ai tantissimi film che proprio qui sono stati girati. Inoltre c’è una piccola ma riparata spiaggia dove potersi rilassare un po’ prima di ripartire.

LINDOSimg_0558Il paese di Lindos non visitatelo in una sola giornata, casomai di fretta. No. Fermatevi a dormirci. Fatevelo vostro. La fortuna di visitarlo in bassa stagione ve lo regalerà semi-deserto, tutto per voi. E’ turistico, non lo nego, ma oltre alle vie piene di negozietti di souvenirs, si trovano degli angolini autentici incantevoli.img_0123img_0112img_0103E’ tutto pedonale, quindi camminare nel suo labirinto di viuzze è del tutto sicuro per i bambini.img_0563I sentieri che portano al mare sono profumatissimi e in perfetto stile mediterraneo.img_0207La spiaggia principale di Lindos è abbastanza grande e sabbiosa con l’acqua degradante. Molto adatta ai nanerottoli. Dall’altra parte del paese invece si trova la Baia di San Paolo, più riparata, da dove noi abbiamo goduto uno splendido tramonto.img_0550Salendo all’Acropoli di Lindos, noterete un panorama sulle baie e sul mare da togliere il fiato. Ora, la salita non è niente di trascendentale. Se l’è fatta a piedi un duenne quindi non avete scuse per voler prendere uno di quei poveri ciuchini adibiti al trasporto turisti fino all’Acropoli. Muovete le chiappe perchè una volta arrivati sarete ricompensati. Un altro punto a favore della visita in bassa stagione è che non è poi così caldo perchè, vi avverto, lungo la salita non c’è un filo di ombra.img_0220Appena si entra si apre davanti a noi una scenografica piazza dove il giallo polveroso delle rovine fa risaltare ancor di più il blu del mare e l’azzurro del cielo. Ci si sente sospesi tra mare e cielo. Una meraviglia!img_0213Scendendo nuovamente verso il paese, se vi è venuta fame seguite l’odore di crepes; vi condurrà in una creperie di tutto rispetto: Valanda Crepes.

Ci sono poi molti locali con cortili interni e terrazze verdi panoramiche. Cercateli. Perchè pranzare con sandwich imbottiti, la brezza del mare in mezzo a un mondo in bianco e blu fa la differenza.img_0122img_0119Per la sera a cena vi stra-consiglio il ristorante Kalypso. Dall’esterno ha l’aria turistica ma non fatevi ingannare.. all’interno troverete un’aria familiare e tipica. A me la proprietaria, per farmi mangiare più tranquilla, mi ha “rapito” il figlio. E poi a fine serata siam finiti tutti a chiacchierare insieme. A un tavolone unico. Proprietari e clienti. Che poi son le cose che ti porti a casa più volentieri.

EPTA PIGES – LE SETTE SORGENTIimg_0229E’ un posto particolarmente adatto ai bambini. Vi si trova un lago, dai colori incredibili, alimentato da sette sorgenti, una grande area verde, pavoni colorati, tartarughe e anche un’area giochi. Niente di imperdibile ma sicuramente rilassante.img_0242BAIA DI ANTONY QUEENimg_0590Così chiamata perchè resa famosa dall’attore hollywoodiano nel ruolo di Zorba Il Greco, film che ha fatto conoscere Rodi a livello mondiale. Il mare ha dei colori bellissimi ed è anche riparata dal vento. Non ci siamo potuti tuffare, purtroppo, ma sicuramente ce la siamo goduta.

SANTUARIO DI TSAMPIKAimg_0619Se durante questa vacanza greca state ingrassando a vista d’occhio dato la deliziosa cucina greca, vi consiglio di salire a questo Santuario. Son “solo” 300 scalini che vi portano a una piccola cappella di un bianco abbagliante. Il monastero è venerato dalle donne in cerca di un figlio. Da qui il panorama, inutile dirlo, è stupendo.img_0620CASTELLO DI FERAKLOSimg_0626Per gli amanti dei ruderi scenografici vi consiglio di fermarvi a vedere ciò che rimane di questo castello, un tempo prigione per i cavalieri ribelli e ultima roccaforte contro i Turchi.

CASTELLO DI MONOLITHOSimg_0629Sempre della serie vado matto per le rovine – e a questo giro addirittura a picco sul mare, segnalo quest’altro Castello. Per entrarvi si attraversa un buco nella parete e poi si prosegue. Fattibile anche con i bambini piccoli ma con qualche accortezza in più, giusto che non volino di sotto.

CAPO PRASONISI

E’ il punto più a sud di Rodi, il paesaggio è sferzato dal vento – e anche noi. E’ un luogo ancora molto selvaggio.

Per arrivarci si deve percorrere 10 km di strada tortuosa che parte dal remoto paesino di Kattavìa. Durante il tragitto non correte troppo perchè all’improvviso vi attraverseranno la strada, senza preavviso, simpatici animali.

Kattavia è un piccolo villaggio, non molto turistico. Noi abbiamo pranzato alla Taverna Penelope, molto pittoresca e scenografica. In pratica si mangia in piazza e il cibo è ottimo.img_0188img_0184

PERDETEVI NELL’ENTROTERRA

Vi assicuro che non ve ne pentirete. Noi siamo riusciti a guadare un fiume con la macchina.IMG_0153.jpgCi siamo ritrovati ospiti di sacerdoti ortodossi nascosti nel bosco. img_0160Visto bambini del posto giocare.img_0187Rischiato di rimanere a piedi in mezzo al nulla.img_0186Visitato il Museo delle Api e corso su prati splendidi incontaminati.

Abbiamo visitato Rodi in una settimana. Con tutta calma. Volo Ryanair da Pisa. Noleggiato auto all’areoporto. Tre notti a Rodi città. Quattro notti a Lindos.

 

Autore dell'articolo: Elisa

2 commenti su “Rodi con bambini: fuori stagione…oltre al mare c’è di più!

    ifrattempidellamiavita

    (Marzo 23, 2018 - 11:36 am)

    Che atmosfere uniche che regala la Grecia. Io sono stata solo a Creta e me ne sono follemente innamorata. Mi piacerebbe visitare tutte le isole prima o poi, tra cui Rodi, ovviamente. Grazie per i consigli! Ne farò tesoro non appena potrò visitare le isole 🙂

      Elisa

      (Marzo 23, 2018 - 2:46 pm)

      Anch’io vorrei fare tutte le isole!! Ci vorrebbe una nave personale per tre mesi.. e forse non basterebbe!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *