Weekend in Bassa Maremma con i bambini. Seconda Parte.

Dopo il primo giorno, trascorso tra le strette vie di Capalbio, la vivace Orbetello e ad ammirare il tramonto a Porto Santo Stefano, il secondo giorno è stato dedicato alla spiaggia di Ansedonia e al famoso e bellissimo Giardino dei Tarocchi.

La spiaggia di Ansedonia, deserta, ai primi di maggio, è stata una scoperta meravigliosa.ansedoniaIn realtà sono due spiagge: una che si affaccia sull’Argentario e l’altra sul litorale di Capalbio. La prima è il proseguo della famosa spiaggia della Feniglia ed è spalleggiata da una fitta e fresca pineta che se è vero che, tra i cinque sensi, l’olfatto è quello che richiama i ricordi più nascosti, io sono stata teletrasportata direttamente alle mie vacanze estive da bambina. Quando nelle ore più calde ci si rilassava in pineta con Topolino o Braccio di Ferro o quando, più grande, si sfrecciava in bicicletta con quella dietro in piedi. Ma quanto è meraviglioso l’odore delle pinete marittime?

La seconda è da dove poi prosegue tutto il litorale laziale. Noi ci siamo fermati qui.ansedonia-mareEravamo in sette in tutta la spiaggia, proprio accanto alla Torre della Tagliata, conosciuta anche come Torre Puccini per il fatto che il compositore ci si soggiornò per un periodo e proprio qui compose parte della Turandot. torre-puccinicapalbio-mareUn mare così bello non me lo aspettavo e nemmeno ‘sto gran caldo che abbiamo trovato. Essendo i primi di maggio mica avevo portato i costumi? A dire il vero manco avevo iniziato il cambio di stagione a casa! [Sì, sono quella che lo fa insieme alle valige per le vacanze estive]. Però avevo portato la crema solare – e con questa ho riacquistato punti – e menomale direi!! I bambini ce li siamo dimenticati per un po’ e, soprattutto e per fortuna, loro si sono dimenticati di noi tanto erano presi dalla storica accoppiata vincente sabbia – acqua.capalbio-spiaggiaSulla destra, in alto, guardando il mare, si scorge la medievale Torre di San Biagio che se adesso è proprietà privata, un tempo aveva una famosa funzione di difesa costiera.

A proposito di proprietà privata, la collina adiacente alla spiaggia è puntellata da casine che ‘sticazzi’ è l’unica cosa che mi viene da dire.

Trascorsa la mattinata in totale relax e goduria, a un certo punto il nostro stomaco ha iniziato a reclamare e così, con l’intenzione di avvicinarsi al Giardino dei Tarocchi, che è aperto solo il pomeriggio, abbiamo preso a caso una strada, tra l’altro consigliatissima, che porta a Pescia Fiorentina, frazione nel Comune di Capalbio. In realtà la strada prosegue ed è panoramicissima ma poi noi siamo tornati indietro e ci siamo fermati al Ristorante il Tortello. Pranzo all’aperto con pici cacio e pepe e fiori fritti. Aggiungo altro?

Sì aggiungo l’indirizzo:  Strada dell’Abbadia, 9, Pescia Fiorentina, Capalbio (GR). 

A questo punto siam pronti per il Giardino dei Tarocchi.giardino-dei-tarocchigiardino-tarocchitarocchi-giardino-nikiUn parco magico che ti risucchia in un mondo immaginario che ti stupisce e ti incute allo stesso tempo. Io mi sono sentita un po’ come Alice nel Paese delle Meraviglie. Ma invece della Regina di Cuori o dello Stregatto qui si incontrano sculture ispirate agli arcani maggiori dei Tarocchi. Esoterismo e simbolismo. Strutture imponenti di acciaio e cemento decorate con ceramiche, vetri e specchi colorati.img_8649img_8660img_8651img_8650img_8659img_8665L’autrice di questo Giardino, l’artista Niki de Saint Phalle, ha cominciato a lavorarci nel 1979, proseguendo per ben 17 anni, identificando nel Giardino il sogno magico e spirituale della sua vita. Tutto ciò grazie alla collaborazione con lo scultore – e marito – Jean Tinguely e all’aiuto di operai specializzati e artisti contemporanei anche di fama internazionale.img_8680img_8676img_8669img_8668giardino-tarocchi-capalbiotarocchi-giardinoInfo utili:

Sito web: www.ilgiardinodeitarocchi.it

Dove: Località Garavicchio – Pescia Fiorentina –  Comune Capalbio (GROSSETO)

Per informazioni più approfondite all’entrata del Parco c’è, oltre a un chiosco, un negozio che vende interessanti libri sulla storia di questo Giardino e della sua ideatrice.

Dove Dormire:

Noi per questo weekend tra Capalbio, Orbetello, Porto Santo Stefano, Ansedonia e il Giardino dei Tarocchi abbiamo trovato assolutamente strategico l’Agrialbergo Capalbio.

In mezzo alla natura, adattissimo per i bambini, a pochi chilometri da Capalbio Paese, con una colazione ricchissima e buonissima, staff gentilissimo, camere spaziosissime. Issimo l’ho detto? S’è capito, no?agrialbergoagrialbergo-capalbio

 

Autore dell'articolo: Elisa

1 commento su “Weekend in Bassa Maremma con i bambini. Seconda Parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *