Firenze, mi piace camminarti.

Mi piace camminare. La mattina presto. Quando ancora la maggior parte delle persone sono in casa sotto il piumone o stanno tuffando i frollini nel caffèlatte. Quando per le strade incontri o quelli con il cane, o quelli a pulire le strade o i fornitori che con i loro camioncini parcheggiano sempre sul marciapiede. Tanto a quell’ora non danno noia. Tranne a me che devo salire e scendere dal marciapiede di continuo. Sia mai faccia troppo movimento. Ma la mattina, si sa, mica sempre abbiamo la luna dritta.

Ho comunque la fortuna di camminare per una città come Firenze. Deserta. Quando ancora ti puoi gustare i suoi stretti e sconnessi marciapiedi vista Arno. Fornitori a parte, certo.img_20160616_080829La luce che, ogni mattina riflette sull’Arno, è diversa. E di conseguenza tutto intorno.

Tutti i giorni ti sembra di vederla per la prima volta. Perchè in effetti Firenze cambia sempre. Ogni giorno ti accorgi di un particolare in più. Che fa la differenza. E piano, piano si impara a conoscerla sempre meglio. Perchè è così tanta, piena, intrisa di storia e leggende che c’è da far girare la testa. Oppure ti vien la matta voglia di documentarsi e studiare tutte le meraviglie che nasconde, ben celate dallo sguardo frettoloso o sbadato.img_20160702_084246E più ti avvicini ai famosi segreti di Firenze e più ne trovi altri. E’ una spirale che non finisce mai, che ti rapisce e ammalia.img_20161202_104714Ogni mattina, mentre vo di passo veloce che paio grulla, attraverso l’Oltrarno che sembro un grillo e approdo nel centro storico senza fiato, penso “No via bisogna che apra una rubrica del blog solo su Firenze. Le curiosità di Firenze. Per chi è turista ma soprattutto per chi ci vive che così lo sguardo cambia, la voglia di sapere cresce e bla, bla, bla”.  Io ci provo anche perchè mi mancava il buon proposito del mese. Ecco l’ho detto. Ed ecco che son qui.img_20160524_082446La vedete sulla sponda dell’Arno – quella d’Oltrarno per intendersi – nel tratto tra Ponte Vecchio e Ponte Santa Trinita una chiesa mischiata tra le case? Una chiesa con l’abside ben visibile molto sporgente sull’Arno? E’ la chiesa di San Jacopo SOPR’Arno – guarda caso – che quando il livello del fiume sale e scorre velocemente va a toccare e a sciacquare l’abside. I fiorentini non hanno perso tempo e l’hanno subito ribattezzata la chiesa con il culo in Arno. img_20160607_082538Stay Tuned e a domani!

 

 

 

 

Autore dell'articolo: Elisa

2 commenti su “Firenze, mi piace camminarti.

    Paola

    (marzo 24, 2018 - 1:08 am)

    Firenze per me è casa lontano da casa e dal nonno fiorentino ho ereditato il suo sguardo sulla città, sempre amata e continua scoperta. Negli ultimi anni Firenze sta cambiando in fretta, ma resta sempre uno dei miei luoghi del cuore, dove perdermi felice tra le sue strade

      Elisa

      (marzo 24, 2018 - 10:44 am)

      Sì negli ultimi anni l’amministrazione non è riuscita a tutelare i pochi negozi storici e artigianali del centro. Aprono al loro posto solo grandi catene e colossi. E da aprile a settembre il centro diventa invivibile perchè preso d’assalto dai turisti.. troppi. E’ il risvolto della medaglia di vivere in una città come Firenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *