Naturonda – Città dei Sassi al Passo Sella

naturondaAltra illusione del genitore che lavora e delega l’educazione dei suoi figli, per la maggior parte del tempo ad altre persone, è che quando sarà in vacanza ci penserà finalmente lui.

Ma quanto è istruttivo imparare viaggiando, scoprendo, osservando le cose che ci circondano.

La natura è un libro aperto. 

Amore ciao, vado in biblioteca a prendere i dieci tomi dell’enciclopedia “Imparare insieme, con la pioggia con il sole, giocando, viaggiando, sperimentando. A tutti i perchè di mio figlio io saprò rispondere”.

Ciò che conta è la qualità del tempo che si passa con i nostri figli e non la quantità. 

Ehm. Sì, certo. Continuo? Anche no.

Però sognare ad occhi aperti ed illudersi è un’attività che non si deve negare a nessuno, soprattutto se poi c’è qualcuno pronto a ricordarti io te l’avevo detto. Se poi questo qualcuno è tua mamma o tua suocera perchè toglierle questo godimento? Perchè? D’altra parte è lei che ti fa risparmiare quei sette-otto stipendi l’anno per la babysitter, tenendoti la prole giusto per quei 350 giorni l’anno. Davvero pensavi che lo facesse aggratisse, senza niente in cambio? Illuso!

Comunque, come nostro solito, quando abbiamo letto nell’ordine: escursione per famiglie, pannelli esplicativi, imparare la fauna e la flora del posto, ci siamo immaginati una splendida giornata didattica all’aria aperta.

Sì, come no.

Il grande non voleva saperne di camminare, aveva caldo, poi sete e poi era stanco. A ripetizione. E dopo tutte insieme. val-gardena-passo-sellaIl piccolo se ne stava, poerello, buono buono sul passeggino ma, ahimè, non è un sentiero da passeggino. O almeno non con il nostro: un’Inglesina scarcassata. D’altra parte il nome Città dei Sassi doveva, per lo meno, insospettirci. E invece nulla. Eravamo intenti a finire il decimo tomo dell’enciclopedia di cui sopra.

naturonda-valgardenanaturonda-sentieroInsomma, era una mattinata NO. Non abbiamo letto nessun pannello didattico che ti spiega la flora e la fauna del posto e nemmeno messo a frutto le nostre improvvisate conoscenze naturalistiche con i nostri figli. No. Abbiamo imprecato, supplicato e poi all’improvviso, niente, ci siamo arresi all’evidenza. Siamo tornati indietro. sentiero-naturondaMa voi, vi prego, fate tutta la passeggiata (7 Km) che tanto è circolare e vi riporta al punto di partenza. Dura all’incirca un’ora senza contare le soste contemplative, esclamative, fotografiche e istruttive. Sì perchè il panorama è meraviglioso – davanti a voi solo il Gruppo del Sella, delle Odle e la Marmolada.  E i pannelli informativi saranno sicuramente interessanti. passo-sellaArrivate con la macchina al Passo Sella. Qui c’è un grande parcheggio. Attraversate la strada e passato il rifugio troverete l’indicazione Naturonda. Sarete proprio ai piedi delle ripidi pareti del Sassolungo.sassolungo-passo-sellaA metà strada, prima di tornare indietro per il sentiero escursionistico n. 526, c’è il Rifugio Comici (2154 m). Fossi in voi farei in modo di arrivarci per l’ora di pranzo o di merenda e poi venite qui a dirmi cosa mi son persa oppure no.. ma dubito.

Noi, neanche a dirlo, ci siamo fermati sul prato del Passo Sella e dopo un’oretta abbiamo fatto pace con i sensi.val-gardena-naturondanaturonda-passo-sellaRicaricati per programmare una nuova escursione.

Siam duri, lo so. Ma ottimisti.

Qui altre camminate, riuscitissime, in Val Gardena, a prova di bambini. Con passeggino.

Val Gardena – Vallunga per famiglie

Val D’Anna con bambini

Monte Pana in Val Gardena -Bimbi felici, genitori ancor di più.

Alpe di Siusi: laghetti di Fiè e Malga Tuff

E per l’alloggio vi stra-consiglio il Maso

Autore dell'articolo: Elisa

12 commenti su “Naturonda – Città dei Sassi al Passo Sella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *