Hvar. L’ Isola dalle mille definizioni

IMG_7086Una delle dieci isole più belle del mondo per l’autorevolissima Lonely Planet.

Campi di lavanda e distese di piante aromatiche.

Una delle isole più soleggiate del Mediterraneo

La party island della Croazia per eccellenza.

Basta navigare un po’ su Internet per imbattersi in queste, e altre, definizioni su Hvar.

Siamo in Croazia, in Dalmazia centrale.HvarSiamo su un’isola con antichi villaggi, con piccoli centri storici che sono gioielli; con cittadine animate, vivaci, colorate, affacciate sul mare e disseminate di ristorantini di pesce. Vi stregheranno. E vi affascineranno.

starigrad1

starigradpesci

hvar7

croaziaisolahvarSiamo su un’isola dove il mare è cristallino, trasparente, turchese, a voi la definizione che piace di più, andate a vedere con i vostri occhi e poi scegliete.dubovicaSiamo sul mare Adriatico e si stenta a crederlo.IMG_7263Potrete alternare visite a fortezze medievali, a insenature nascoste per un tuffo rinfrescante, monasteri francescani, castelli fortificati e calette dall’acqua limpida dove i pesci vi faranno compagnia nei vostri lunghi bagni; passeggiate all’ombra per strette viuzze o camminate al tramonto sul lungomare quando il sole si riflette nel mare e tutto diventa magico, estate, ovattato, reale e possibile.

Soprattutto con un drink in mano. E con un piatto di cevapcici davanti.

Questa è Hvar.

O meglio la Hvar che abbiamo vissuto noi, col cielo blu, per un’intera settimana. E l’odore di lavanda che entrava in macchina appena sbarcati dalla nave.

Facendo base nel paese di Stari Grad.

Stari Grad, tranquilla, rilassante, definita adatta per famiglie, si affaccia con le sue botteghe, i suoi ristoranti e le sue barche, su una baia a ferro di cavallo.starigradSi trova a nord dell’isola ed è un ottimo punto dove fare base per girare l’isola.

Che vogliate andare nella sua spiaggia, fermarvi per un dettaglio, visitare il suo monastero o la casa del poeta Petar Hektorovic tutto rimarrà splendido, lento ricordo. IMG_7131

IMG_7132Alla piccola spiaggetta di sassolini bianchi, o alla zona scogliosa – molto ampia – ci si arriva dal centro del paese con una breve e bellissima passeggiata lungomare. La spiaggia non è eccezionale rispetto alle moltissime altre sull’isola ma, avendo l’appartamento proprio sopra, qualche ora lì ce la siamo goduta.

A Stari Grad, mentre camminerete per i suoi vicoletti, potrete imbattervi in un Monastero Domenicano. Al suo interno troverete un archivio di antichi libri, reperti archeologici e una chiesa che custodisce un Tintoretto. La visita non prende molto tempo e personalmente non l’ho trovata imperdibile ma può comunque essere piacevole per trovare anche un po’ di frescura dall’afa estiva.

Se la frescura non vi è bastata andate al vicino Tvrdalj ovvero una sorta di maniero fortificato fatto costruire dal poeta croato Petar Hektorovic che ne fece la sua dimora.

C’è anche una grande vasca di pesci a testimoniare la passione del poeta sulla pesca.manieroDeve essere stato un tipo alquanto singolare questo Petar dato che comprò un cannone per poter bucare le nuvole e provocare la caduta della pioggia. Così avrebbe annaffiato più velocemente il suo giardino!

Scorci di Stari Grad

starigrad2

angolostarigrad

Se invece volete locali alla moda, drink sotto tende bianche da gustare su poltrone di vimini con musica che vi accompagnerà fino all’alba, la città di Hvar vi sta aspettando.

Vi sta aspettando con tutto il lato più glamour dell’isola.

Ma non solo.

A Hvar troverete le immancabili bancarelle di lavanda, tortuose viuzze lastricate e turistiche ma piene di fascino, negozietti di artigianato locale, palazzi gotici, grandi barche pronte per portarvi sulle Isole Pakleni, paradiso dei naturisti e, perchè no, dei curiosi e non solo.IMG_6914

IMG_6892

IMG_6873Troverete anche l’Arsenale dove prima venivano restaurati i galeoni da guerra mentre adesso, oltre a un teatro rinascimentale, vi si trova una piccola galleria di pittura moderna.

hvararsenale
Arsenale
hvar2
Vista dall’Arsenale

La passeggiata sul vivace lungomare è scandita da piccole baie di acqua turchese, ristoranti, locali e anche un Monastero Francescano.

Nella lunga piazza centrale invece si trova la rinascimentale Cattedrale di Santo Stefano.hvar8Per una vista meravigliosa su Hvar e le Isole Pakleni inerpicatevi con la macchina fino alla vicina Fortezza Spagnola.

Questa è la vista.Hvar1

fortezzahvarDentro la Fortezza c’è un bar molto carino dove poter fare un aperitivo con vista o prendersi un gelato.

Se Hvar dopo una certa ora – o una certa età, dipende –  può diventar troppo ggiovine per alcuni esemplari di esseri umani c’è sempre Vrboska per un gelato o una passeggiata languida.IMG_7349Io l’ho trovata incantevole, un po’ in stile veneziano. Forse troppo piccola e tranquilla per soggiornarci ma son punti di vista e dipende da quello che uno cerca.IMG_7352

IMG_7354Sembra di essere in un’altra era.

Infine abbiamo visitato Jelsa.

Sarà che il tempo era brutto, e quello ti condiziona sempre, ma non mi ha affascinato come le altre.IMG_7219Però in fondo al porto, alla fine della passeggiata sulla destra, si trova un forno buonissimo. C’è solo quello, non potete sbagliarvi.

E le spiagge? Meritano un post a parte!

Noi avendo a disposizione solo una settimana ci siamo concentrati sulla parte ovest, attraversandola per intero solo l’ultimo giorno quando abbiamo preso il traghetto a Sucuraj per andare a Dubrovnik.

L’idea di Croazia è nata grazie a questo blog. La sua viscerale passione balcanica è contagiosa ed io non smetterò mai di ringraziarla.. anche per il fatto di avermi convinta che non sempre la sabbia è meglio dei sassi.

 

Autore dell'articolo: Elisa

6 commenti su “Hvar. L’ Isola dalle mille definizioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *